L'evoluzione del Web 2.0: automazione, integrazione e localizzazione

L'evoluzione del Web 2.0: automazione, integrazione e localizzazioneIl Web 2.0, così come lo conosciamo, non è più lo stesso. Le società, i siti e i modelli economici stanno velocemente cambiando, e il 2009 potrebbe essere un anno di svolta per molti aspetti. Innanzi tutti i social network non hanno trovato ancora un sistema per monetizzare le enormi visite, e molte società sono un po' stufe del modello di sviluppo "cresci e aspetta di essere acquistato da Google", come è avvenuto per YouTube o DoubleClick.

Per questo le società su Internet hanno bisogno di fare qualcosa di diverso, il che significa che siamo al confine di un cambiamento nella comunicazione e nelle attività online. Monica OBrien ha analizzato alcuni punti di sviluppo del Web 2.0.

Sarebbe utile, per esempio, una automazione più completa da parte dei siti, che non sempre riescono a tenere aggiornati i propri feed oppure a inviare automaticamente le notifiche delle notizie e dei commenti: parliamo soprattutto delle reti sociali, oppure dei blog e dei microblog come Twitter.

Un altro aspetto su cui riflettere è l'integrazione tra gli strumenti. La tecnologia OpenID sta cercando di risolvere il problema dei numerosi login mentre FriendFeed è un sistema utile per tenere aggiornati tutti i propri account. Si tratta di idee davvero interessanti e utili, ma la strada da percorrere è ancora lunga.

Nell'attesa, però, la maggior parte degli utenti è costretta ad utilizzare applicazioni di terze parti che sono in gran parte delle alternative, non la soluzione. Le aziende che davvero stanno lavorando sull'integrazione sono davvero poche.

I siti del Web 2.0, inoltre, spesso rappresentano delle soluzioni troppo di "nicchia": in pratica non esistono delle soluzioni complete che offrano delle piattaforme ricche di funzioni e caratteristiche. E, infine, i siti dovrebbero lavorare di più sulla geolocalizzazione. Se la tendenza del Web 2.0 è il collegamento di tutto il mondo su Internet, è chiaro che bisognerebbe fare in modo di localizzare le persone sulla rete.

Via | Mashable.com

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: