Gli avvocati di Joel Tenenbaum chiedono la pubblicazione su Internet del processo contro la RIAA

Gli avvocati di Joel Tenenbaum chiedono la pubblicazione su Internet del processoAbbiamo già avuto modo di parlare del caso Joel Tenenbaum, uno studente americano accusato dalla RIAA di aver condiviso brani musicali sulla rete Kazaa. Dopo aver rifiutato una proposta di patteggiamento, Tenenbaum ha attaccato tutta la strategia giuridica della RIAA.

Secondo Tenenbaum, le accuse presentano delle forme di incostituzionalità e c'è il dubbio che la RIAA si stia comportando come una forza di polizia privata.

Ora la richiesta di Tenenbaum e del suo gruppo di avvocati è di trasferire tutto il contenuto del suo processo su Internet. Il team di Harvard che sta seguendo la vicenda vuole che il processo venga diffuso in streaming e registrato per usi futuri. Attualmente il giudice ha detto di no.

Si attende ora la risposta della RIAA entro il 12 gennaio, che intanto sta riflettendo sulla possibilità di diffondere pubblicamente i contenuti dei processi. La RIAA potrebbe perfino rinunciare ad alcuni processi in atto, mentre l'avvocato della difesa, Nesson si chiede il motivo di questa indecisione.

Al momento la RIAA ha smesso di iniziare nuove cause, nonostante quelle già iniziate stiano continuando. Contemporaneamente Tenenbuam continua la sua "controaccusa" attraverso il gruppo su Facebook che ha aperto a dicembre. Una delle recenti pagine aperte sul gruppo si intitola: "Perchè la RIAA ha così tanta paura dell'opinione pubblica?" con un evidente riferimento ai tentennamenti della RIAA di diffondere il processo online.

Vale la pena, quindi, di seguire questo interessante processo in cui alcuni studenti di giurisprudenza di Havard stanno utilizzando i mezzi del Web 2.0 per riuscire a vincere la causa contro la RIAA.

Via | Arstechnica.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: