Un giovane di 18 anni dietro agli attacchi su Twitter

Un giovane di 18 anni dietro agli attacchi su TwitterIl problema che ha investito numerosi account su Twitter in questi giorni ha una causa, e si tratta di un hacker di 18 anni che ha ammesso di aver causato danni ai profili del presidente Obama e di numerose altre celebrità, tra cui Britney Spears e Fox News.

Il ragazzo ha dichiarato di essere riuscito ad entrare nel pannello di controllo dei profili Twitter attraverso un sistema automatico di elaborazione di password. Entrare è stato molto facile, poichè Twitter permette un numero illimitato di log-in errati.

Nell'intervista che il giovane hacker ha rilasciato si scopre che è bastato un semplice dizionario per prendere le password utili all'accesso dei profili. Inoltre ha rilasciato un video in cui mostra il lavoro svolto per accedere agli account.

Tutto il resto è noto: gli account colpiti hanno iniziato ad inviare strani messaggi, alcuni offensivi, altri contenenti strani link.

Il "colpo", però, ha avuto un effetto positivo sugli amministratori di Twitter, che stanno ora facendo una completa revisione sulla sicurezza del sito, e cercheranno di rafforzare le difese.

Fa riflettere, però, il fatto che il gruppo di hacker del quale il giovane diciottenne fa parte, è lo stesso che ha colpito gli account di diverse celebrità in passato, tra cui quello su YouTube della star Miley Cyrus.

Il consiglio, che forse a qualcuno apparirà ripetitivo, è quello di usare password complesse e non basate su parole del dizionario.

Via | Blog.wired.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: