Calano i guadagni di Microsoft sul Web, cosa fare?

Calano i guadagni di Microsoft sul Web, cosa fare?Quando si parla di guadagni online il pensiero va subito a Google, re incontrastato degli introiti pubblicitari. Il principale rivale di Google in questo settore, ovvero Microsoft, sembra non avere lo stesso "talento" nei guadagni online.

Da recenti studi pubblicati su CNN Money, è emerso che Google ha guadagnato 1.7 miliardi di dollari nell'ultimo trimestre, su una base di 5.5 miliardi di dollari di introiti. Ma anche società come Yahoo e AOL sono riuscite a guadagnare molto. Al contrario Microsoft non ha avuto la stessa fortuna: secondo gli esperti, infatti, nel settore online, la società di Redmond continua a segnare perdite.

A fronte di un guadagno tutto sommato notevole di 770 milioni di € (+15%) a settembre, c'è stata una perdita di 480 milioni di €, che è circa l'80% superiore alle perdite del trimestre precedente. Una spiegazione di queste perdite può essere il tentativo di Microsoft di contrastare la crescita di Google, e quindi nuovi investimenti e spese per il personale e le campagne pubblicitarie.

Ma non è solo questo: bisogna ammettere, infatti, che l'utenza dei servizi Microsoft è decisamente inferiore a quella di Google. Così come Microsoft mantiene il monopolio nel settore dei PC, Google è il numero uno per quanto riguarda la ricerca e i guadagni online.

Per Microsoft questo è un problema. Lo stesso Steve Ballmer ha avuto modo di dichiarare che, "a differenza del settore PC, in cui i muscoli di Microsoft sono ben sviluppati, lo stesso non si può dire per il settore Internet."

Secondo qualcuno Microsoft sta investendo troppe risorse in troppi campi, mentre sarebbe meglio concentrarsi su un solo aspetto del grande oceano che è Internet. Live Search compete con Google, Hotmail lotta contro Gmail e Yahoo-mail, e recentemente Microsoft ha stretto accordi con Facebook, entrando di fatto nel mondo dei social network.

Nel settore dei motori di ricerca, Microsoft continua a perdere costantemente non solo contro Google, ma anche contro siti come Facebook, MySpace e YouTube, la cui popolarità è in costante crescita. Una situazione che, secondo molti, potrebbe risolversi solo in un modo: acquistare Yahoo che, con il suo enorme traffico su Internet, aiuterebbe Microsoft.

Via | Money.cnn.com

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: