Dieci momenti chiave della storia di Microsoft

I 10 momenti più importanti della storia di MicrosoftSebbene sia tutt'altro che finita, la storia di Microsoft, software house fondata più di 30 anni fa da Bill Gates e Paul Allen, è stata riassunta niente meno che da Time in un articolo sui 10 momenti più significativi.

Si parte con il rilascio per la IBM del sistema operativo MS-DOS, del quale Microsoft tiene i diritti di distribuzione e che, immesso sul mercato, porta gli introiti rapidamente a 140 milioni di dollari nel 1985; quattro anni più tardi nasce Office come pacchetto e per l'appunto la prima versione completa è per Mac, che citerà successivamente in giudizio, perdendo, la casa di Redmond sostenendo che Windows fosse una copia dell'interfaccia grafica di Apple OS.

Nel '95 esce l'omonima versione di Windows e nel 1996, con qualche anno di ritardo secondo gli analisti, ma con un tempismo eccezionale secondo gli economisti (che sono stati sempre molto ascoltati), Microsoft si butta nell'"affare Internet", rilasciando Internet Explorer 3. Nel 1998 iniziano le schermaglie con l'antitrust, che continuano fino alla premiere di Windows XP (2001), un sistema operativo nuovo e senza dubbio migliore di tutti i precedenti ma con richieste hardware alte per i computer dell'epoca, che portano molti potenziali clienti a continuare ad utilizzare il precedente Windows 2000 (vi fa venire in mente niente questa situazione?).

Il 15 novembre dello stesso anno viene messa sul mercato la consolle Xbox, con scene di follia a Times Square dove più di mille persone si mettono in fila per acquistare la novità. La consolle, supportata da giochi come Halo, riscoute successo, tanto che nel 2005 le succede Xbox 360, che però deve fronteggiare nemici più agguerriti come Sony PlayStation e Nintendo Wii.

Il 2007 è l'anno del rinnovamento, o almeno così pensavano le migliaia di utenti che provano, più o meno legalmente, Longhorn (nome in codice di Vista), versione beta del futuro OS; l'entusiasmo iniziale si tramuta piano piano in frustazione quando si rendono conto che le richieste hardware sono alte (2GB di ram non si erano ancora visti se non su macchine con finalità particolari) e che diversi miglioramenti, come il fileystem WinFS, sono stati abbandonati per sveltire il rilascio.

E tra 2 anni cosa si troverà scritto sui forum riguardo a Windows 7? Si ripeterà ancora la storia come accaduto per 2000 - Vista, con utenti meravigliati dell'ovvio e detrattori a priori? O qualcosa cambierà, da parte di Microsoft, che magari fornirà un sistema operativo al di sopra delle aspettative o degli utilizzatori, che avranno fatto tesoro delle esperienze precedenti?

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: