E' errato vietare Facebook sul posto di lavoro?

E' errato vietare Facebook sul posto di lavoro?L'uso dei siti di social network, come Facebook, per scopo personale durante l'orario di lavoro non dovrebbe essere vietato. E' questa la conclusione dello studio della società Demos.

Questi siti, infatti, sono di fondamentale importanza per fornire un ambiente dove discutere e collaborare. Limitarne l'uso potrebbe avere un impatto negativo sul personale e sulle loro capacità di comunicare. D'altra parte bisogna evitare che l'uso dei social network diventi eccessivo. Secondo Peter Bradwell, la gente ha voglia di interagire, e spesso gli amici con cui parlare si trovano su queste reti, fatte apposta per sviluppare le relazioni.

Esse sono parte del modo in cui le persone comunicano. La tecnologia potrebbe essere usata per aumentare la produttività, incentivando lo sviluppo di legami tra il personale, i dipendenti e i clienti. Eppure, secondo un altro studio della Global Secure Systems, l'uso dei social network durante l'orario di lavoro costa alle imprese del Regno Unito 6.5 miliardi di sterline all'anno. Nonostante questo, molte società stanno abbracciando la filosofia dei forum e del Web 2.0 come un modo per comunicare con i dipendenti.

Voi come la pensate?

Via | Telegraph.co.uk

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: