L'Università di Santa Cruz contro la RIAA

L'Università di Santa Cruz contro la RIAANella sua lotta contro il file sharing nelle Università, la RIAA (Recording Industry Association of America) ha accusato diverse volte le scuole americane. Molte di essere hanno deciso di capitolare, accettando le richieste imposte dalla RIAA e vietando l'uso del P2P all'interno delle proprie reti.

Ma l'Università Santa Cruz della California ha deciso di portare avanti la sua lotta contro la RIAA. E sembra non essere la sola, visto che anche la Università del Wisconsin ha rifiutato le richieste della più grande associazione anti-pirateria nel mondo.

La UCSC ha sostenuto che, ai sensi della legge, e della privacy, non è possibile richiedere i dati personali degli studenti, anche in caso di violazione del copyright, come avviene durante lo scaricamento di un file tramite P2P. Sembra che ultimamente la RIAA stia accusando numerosi colpi a vuoto, nella sua battaglia contro il file sharing. Molti giudici, infatti, considerano sbagliate, o esagerate, le richieste della RIAA. Un segno dei tempi che cambiano?

Via | Torrentfreak.com

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: