I dipendenti usano il 25% del loro tempo lavorativo per navigare su Internet

I dipendenti usano il 25% del loro tempo lavorativo per navigare su Internet Se state leggendo questo articolo, mentre il vostro capo vi sta martellando durante una riunione con dei fogli di calcolo Excel, probabilmente fate parte di quel gruppo di persone che spendono il 25% del loro tempo sul lavoro per occupazioni personali su Internet. E il vostro capo neanche lo sa.

Secondo una recente ricerca sono molti i lavoratori che sfruttano l'orario di lavoro navigando su eBay, sui siti di appuntamenti online, sui social network, chat e così via. E lo fanno per più di un quarto del tempo che trascorrono sul posto di lavoro. In alcuni casi i lavoratori sfruttano le risorse di rete della società per cui lavorano per scaricare film o musica sul P2P.

E questo non significa solo consumare la banda delle imprese, ma anche mettere le reti a rischio di attacchi spyware o simili. E non solo: dato che molte società compiono attività di spionaggio sulle reti P2P, le aziende potrebbero trovarsi coinvolte in implicazioni giuridiche. Questo è quanto dichiarato da Paolo Hortop, consulente della VOCO.

Ovviamente non tutte le attività personali su Internet sono negative. Il signor Hortop si chiede: "E' più vantaggioso bloccare tutti i siti delle banche e far perdere al personale mezz'ora di tempo per andare di persona in banca, oppure permettere loro di svolgere le stesse attività sul sito?" "E se invece l'uso dei social network si rivelasse vantaggioso per le attività di gruppo di un'azienda?"

Naturalmente navigare sul posto di lavoro non è esattamente un fenomeno nuovo: secondo un sondaggio del 2005, il 93% di tutti i dipendenti negli Stati Uniti hanno ammesso di utilizzare la connessione Internet del proprio datore per motivi personali. Il 52% ha dichiarato che è disposta a rinunciare alla pausa caffè pur di navigare.

Secondo Websense questo comportamento costa quasi 200 miliardi di € l'anno alle imprese. E voi, quanta percentuale del vostro tempo lavorativo usate per navigare su Internet per motivi personali?

Via | Arstechnica.com

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: