Google Chrome: ipotesi keylogger?

Google Chrome: ipotesi keylogger?Google Chrome compie la sua prima settimana di vita, e continua la sua diffusione a tappe spedite. Nonostante alcune polemiche legate alla licenza, sembra che molti utenti stiano passando al nuovo browser, come dimostrano alcune statistiche. Eppure non è tutto oro quello che luccica.

Google Chrome, infatti, sembrerebbe nascondere al suo interno una specie di keylogger che registra tutte le attività sulla tastiera per spedirle ad un particolare indirizzo. Lo segnala il sito mmi.medianima.com, che ha compiuto dei test utilizzando il programma SilkPerformer della Borland, tramite il quale è possibile monitorare l'attività di un software.

Ebbene, il risultato è agghiacciante: durante il test è stato digitato un semplice indirizzo, repubblica.it e SylkPerformer ha subito registrato un'intensa attività proveniente da Google Chrome. Chrome ha registrato ogni singola pressione delle lettere sulla tastiera, compresi gli errori di battitura, e ha inviato 16 richieste all'indirizzo http://clients1.google.it/complete/search. E, cosa ancora più importante, durante il test non è stato digitato il tasto ENTER.

Una attività troppo preoccupante: in questo modo Google può entrare in possesso di una mole impressionante di dati personali, che non si fermano solo agli indirizzi digitati durante la navigazione, ma ben oltre. Pensate a quante cose si digitano sul proprio browser: password di indirizzi email, codici di conti bancari...

La funzione può essere disabilitata come suggerito da Google stesso sul suo blog, ma purtroppo non è una cosa facile da eseguire e rimane il dubbio del perchè una funzione così pericolosa per la privacy sia attivata di default.

Google, nel suo blog, conferma questa attività. Leggiamo infatti che Quando digiti un URL o una query di ricerca nella barra degli indirizzi, le lettere digitate vengono inviate a Google in modo che la funzione di suggerimento possa consigliare automaticamente possibili URL o termini di ricerca.

E non è l'unica cosa strana. L'attività di SilkPerformer ha segnalato che Chrome invia i dati delle parole digitate ai motori di ricerca di Yahoo e Ask.com, mentre non vi è attività verso Live Search. Molto curioso: l'unico motore di ricerca che non ha accordi commerciali con Google è escluso da questa raccolta dati.

Che Google stia diventando il Grande Fratello definitivo? Conservare i dati degli utenti per soli 9 mesi aumenta la sicurezza degli utenti? No, perchè in ogni caso Google salva e registra le attività dei suoi utenti.

Intanto in Germania sconsigliano agli utenti di installare Chrome, proprio per i problemi legati alla sicurezza dei dati personali, e nello stesso momento veniamo a sapere che anche Internet Explorer 8 conterrà una funzione di keylogger simile a quella del browser di Google.

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
60 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO