In Malesia un nuovo caso di censura verso i blog

In Malesia un nuovo caso di censura verso i blogUn nuovo caso di censura su Internet, questa volta avvenuta in Malesia dove, durante le elezioni politiche, un blog politico è stato bloccato ieri, accusato di aver contribuito alla sconfitta del governo nelle elezioni.

L'ex vice primo ministro Anwar Ibrahim ha infatti vinto le elezioni in Malesia, potendo tornare in Parlamento dopo un decennio di assenza, anche a causa di accuse per "atti omosessuali".

Oggi il sito web è stato bloccato da Telekom Malaysia, il provider leader dei servizi Internet, su ordine della Communications and Multimedia Commission. Questa decisione rappresenta una contraddizione per un governo che aveva deciso di non censurare Internet, ad eccezione dei siti web pornografici.

Abdullah Badawi, primo ministro, ha recentemente ammesso che il governo ha sottovalutato l'influenza di Internet nelle elezioni generali, e i siti di informazione si sono dimostrati come alternative credibili ai media controllati dallo Stato.

La Malesia è stata quindi accusata di seguire le strategie di Singapore, dove è consentita la critica tramite Internet, anche se di recente due blogger sono stati incarcerati e accusati di commenti "razzisti".

Secondo Raja Petra Kamarudin, titolare del sito malaysia-today.net, il governo ha scritto a tutti i 20 fornitori di servizi Internet. La censura verrà probabilmente estesa a molti altri blog, e il governo applicherà una pressione in tal senso. Il sito malaysia-today.net, è attualmente irraggiungibile.

Via | Ft.com

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: