La Cina libera Internet, ma non completamente

La Cina libera Internet, ma non completamente
In occasione dei Giochi Olimpici, la Cina ha avuto il suo gran da fare per diminuire la pressione sul controllo delle informazioni e soprattutto sulla censura che si è abbattuta sui mezzi di informazione. Internet è stato il media che più di tutti ha subito chiusure a causa del Grande Firewall Cinese.

Tuttavia sembra che da ieri il governo abbia deciso di aprire il Grande Firewall che blocca l'accesso a molti siti, permettendo agli utenti di accedere più liberamente alla rete. Gli utenti in Cina possono quindi raggiungere siti precedentemente bloccati come Amnesty Internationali e Reporte senza frontiere.

Ma la censura rimane ancora su numerosi siti, considerati illegali dalle autorità cinesi. Per esempio i siti collegati alla Falun Gong, un movimento religioso e numerosi siti che hanno a che fare con dissidenti cinesi e il governo tibetano in esilio resteranno bloccati.

Via | Timesonline.co.uk

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: