Wikipedia in Egitto è una priorità culturale

Scritto da: -

Wikipedia in Egitto Ã�¨ una prioritÃ�  culturaleNon in tutti i paesi Wikipedia è vista allo stesso modo. Per alcuni è diventata molto più che una semplice attività da tempo libero. Belal Ahmad, studente di medicina di 23 anni, presente alla conferenza di Wikimania 2008, è un esempio di come il web sia uno strumento di comunicazione e lavoro.

Per un egiziano ottenere un visto per visitare qualsiasi paese del mondo è molto difficile. Ecco quindi che entrano in gioco strumenti come Facebook e Wikipedia. Questi strumenti collegano i giovani egiziani con il mondo esterno, mettendoli a contatto con ragazzi e ragazze di tutti i paesi.

Negli ultimi mesi si sono verificate numerose proteste, avvenute proprio attraverso Facebook, e i titolari dei profili sono stati arrestati e puniti. Alla conferenza di Wikimania i giovani egiziani hanno parlato proprio di questo, ovvero del controllo del governo contro le proteste via Internet.

E per questo si spiega l’entusiasmo dei giovani per la realizzazione di una Wikipedia araba più forte. Ma la Wikipedia araba ha solo 65.000 articoli ed è al 29° posto nella classifica delle varie Wikipedie, pur avendo tra i suoi collaboratori giovani studenti di ingegneria, architettura e medicina.

Tuttavia meno del 10% degli egiziani (su 80 milioni) ha accesso ad Internet, e chi può preferisce comunicare in inglese. Se nella nostra società si usa Wikipedia per hobby, scrivendo articoli sui Pokemon o su Star Trek, lì l’enciclopedia libera è uno strumento di comunicazione, uno dei pochi abbastanza liberi, a dir la verità.

Mohamed Ibrahim, architetto di 22 anni, dice che è molto importante diffondere la conoscenza in Egitto. Il divario tra il mondo arabo e il mondo occidentale non è questione di soldi o politica, ma di conoscenza. Molti egiziani si recano in Europa o negli Stati Uniti per studiare, ma sarebbe diverso se la conoscenza fosse accessibile anche in Egitto.

Ecco che entra in gioco Wikipedia, che potrebbe colmare se non tutto, almeno una parte del vuoto venutosi a creare. La situazione è tale che si è creato un divario generazionale: gli studiosi in Egitto non usano il computer e molti giovani sono poco esperti di Internet.

Via | Iht.com