Le sfide future di Second Life

Le sfide future di Second LifeMark Kingdom ha ripreso il timone di Linden Lab, in un momento in cui la società sta lottando per rimanere a galla in un mercato sempre più competitivo. Linden dichiara di essere ancora redditizia, con il numero di clienti attivi che ha raggiunto 550.000 utenze dalla scorsa estate.

Ma Second Life deve fare i conti con prodotti come Lively, lanciato qualche giorno fa. Secondo Kingdom quando "Google entra in un nuovo mercato, tutta la gente reagisce con "Oh guarda, Google vincerà anche stavolta". Per questo Second Life si appresta a nuove sfide.

Innanzi tutto Second Life deve lavorare intensamente sulle infrastrutture e puntare su quelli che si chiamano "mercati di base", ovvero la generazione dei trentenni, e le imprese che usano SL per conferenze e tavoli di lavoro. Infine gli educatori che, non dimentichiamo, iniziano ad usare SL per tenere alcuni corsi di studio.

Il secondo compito è migliorare l'interfaccia utente, ancora troppo complessa e confusionaria, il che spinge molte persone a rinunciare. Il terzo compito è rendere la piattaforma stabile e scalabile. I server di rete spesso sono soggetti a crash, e i laboratori Linden devono lavorare per migliorare la stabilità.

Via | Gigaom.com

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: