Gli ISP alla ricerca di nuovi metodi per bloccare il P2P

Gli ISP alla ricerca di nuovi metodi per bloccare il P2P

Il peer-to-peer è stato uno degli argomenti più caldi trattati quest'anno al NXTcomm di Las Vegas, dove si sono riunite le principali società di telecomunicazioni. Il tema del controllo del traffico P2P è stato al centro delle argomentazioni degli ISP.

I metodi degli ISP per la gestione del traffico P2P si sono rivelati fino ad ora poco fruttuosi, anche se qualcosa sta cambiando. Nuove tecniche sperimentate si stanno rivelando ogni giorno più efficaci per bloccare i vari protocolli P2P.

Le relazioni del NXTcomm sono concordi nell'affermare che il traffico P2P potrebbe causare problemi di gestione della rete per gli ISP, e in particolar modo BitTorrent. Questa tecnologia, infatti, prevede la condivisione di file grandi spezzettandoli in parti più piccole: si tratta di un sistema che permette di raggiungere elevate velocità, e un'efficienza migliore, non basandosi su un server centralizzato, ma è anche in grado di mandare in crisi la rete.

Via | Networkworld.com

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: