Un uomo paralizzato cammina su Second Life


Il video che vedete qui sopra riguarda un uomo paralizzato, che ha fatto camminare un suo alter-ego virtuale utilizzando le sue onde cerebrali. Il 41enne paziente ha utilizzato la sua immaginazione per muovere un avatar tridimensionale nel popolare mondo virtuale Second Life.

L'uomo ha subito una paralisi per più di 30 anni, ora può appena muovere le dita a causa di una malattia muscolare progressiva, che non gli permette di utilizzare mouse o tastiere.

Durante l'esperimento l'uomo indossava un copricapo con tre elettrodi per il monitoraggio delle onde cerebrali connesse con le mani e le gambe. Anche se non poteva muovere le gambe, è bastato immaginarlo per far camminare il suo avatar.

Infine, grazie ad un microfono, l'uomo ha tenuto una conversazione con altri personaggi. E' la prima volta che un uomo con paralisi è riuscito a tenere una conversazione virtuale su Internet. I ricercatori stanno ora studiando un sistema per consentire ai pazienti di creare messaggi di testo partendo dalle onde cerebrali.

In futuro si prevede di consentire ai pazienti di svolgere attività comuni su Second Life, come per esempio entrare in un centro commerciale e acquistare su Internet, come dichiarato da Junichi Ushiba, professore di informatica presso la Keio Universty's Faculty of Science and Technology. E si spera di motivare i pazienti con gravi paralisi, che sono troppo spesso esposti a depressione.

Via | Afp.google.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: