Bill Gates dice addio a Microsoft

Microsoft dice addio a Bill Gates

Bill Gates sta per abbandonare la Microsoft, dopo averla fondata e guidata fino a farla diventare una delle aziende più influenti al mondo. Gates iniziò la sua carriera come sviluppatore a 33 anni, quando fondò la Microsoft: da allora tante cose sono cambiate.

Dal 1° luglio, però, Bill Gates si occuperà solamente delle attività benefiche associate alla "Bill and Melinda Gates Foundation". Un cambiamento che lo stesso Gates ha definito "brusco", e, secondo le sue stesse parole "la prima volta che ho veramente cambiato lavoro da quando ho 17 anni. Da allora sono sempre stato immerso nel settore del software".

Dopo tanti anni alla guida dell'azienda che ha plasmato, Gates lascia un'eredità pesante e tante sfide: la più importante quella contro Google. Gates ha anche parlato di Internet Explorer, il programma che è stato allo stesso tempo benedizione e maledizione nel corso degli anni.

Perchè se alla fine degli anni '90 proprio IE permise a Microsoft di garantirsi la posizione dominante che attualmente occupa nel settore dei browser, lo stesso software portò all'azienda un mare di guai, derivanti da questo monopolio e le conseguenti cause antitrust.

E la scalata di software come Mozilla Firefox ha costretto Microsoft ad intensificare lo sviluppo di IE, che oggi deve far fronte ad un calo preoccupante delle sue quote di mercato. Gates ha dichiarato che la beta 2 di IE 8 sarà disponibile ad agosto, mentre alcuni giorni fa Microsoft ha rivelato che la prossima versione di Windows, nome in codice 7, supporterà pienamente la tecnologia touchscreen.

Si chiude quindi un ciclo storico dell'azienda di Redmon. Senza la guida del suo più importante rappresentante, la Microsoft sarà la stessa?

Via | Nytimes.com

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: