Dopo Facebook e Myspace, arriva Google Friend Connect

Google Friend Connect - immagine da TechCrunchNel giro di cinque giorni sono stati annunciati tre importanti progetti che avranno sicuramente un impatto dirompente sul futuro della rete.

Dopo mesi di discussioni sulla portabilità dei dati che vengono immagazzinati nei social network e che diventano una merce preziosa per legare l'utente alla propria piattaforma, abbiamo visto in questo fine settimana sia Myspace che Facebook iniziare ad affrontare la questione.

Google Friend Connect si rivolge come approccio a tutti quei siti che non fanno parte di un social network, a tutta quelle galassie di blog e siti che grazie a questo sistema potranno interconnettersi ed interagire con nuovi utenti e con quelli di network come Facebook, Google Talk, Hi5, Orkut e Plaxo.

Gli sviluppatori di Google non aspettavano certo le mosse dei concorrenti per fare la propria e certamente come ha ricordato David Glazer sarebbe impensabile che a Google abbiano creato tutto questo in quattro giorni.
Diversamente dagli altri due soggetti in questione, Google non ha però un social network universalmente utilizzato come Myspace e Facebook. Orkut infatti non è assolutamente paragonabile come numero di utilizzatori, se non nel solo caso del Brasile.
Forse per questo l'ottica di Google è decisamente più ampia e, per questo, maggiormente interessante.

MySpace ha lanciato giovedì una serie di partnership con Yahoo!, Ebay, Twitter e Photobucket per permettere ai dati raccolti su questo social network di essere riutilizzati sui servizi partner.
Pur essendo partner di Google OpenSocial, da Myspace hanno dichiarato che l'adozione delle API di Google OpenSocial avverrà in un momento successivo.
Nel caso di Facebook il primo partner di Facebook Connect è Digg, che permette di utilizzare esternamente i dati che finora erano concessi in uso solo alle applicazioni di terze parti della piattaforma di Facebook.

Il miglior riassunto della nuova creatura di Google lo troviamo nelle parole di John McCrea, vicepresidente di Plaxo, che affermando la posizione della sua società insieme alla visione di Google dice "invece di trasformare in widget e applicazioni che mantengono una proprietà corporativa di questi dati, "widgetizziamo" il social graph e rendiamo social qualsiasi pagina web.".

Al momento il sito di Friend Connect è ancora offline.
[via Google - immagine TechCrunch]

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: