Secondo Gartner Windows sta collassando

Secondo Gartner Windows sta collassando In una conferenza a Las Vegas gli analisti di Gartner, Michael Silver e Neil MacDonald hanno dichiarato che la situazione per Microsoft è pericolante, e Windows si avvicina al collasso. Per evitare la recessione sul mercato Microsoft deve fare cambiamenti radicali per il suo sistema operativo.

Sono tanti i problemi che affliggono Windows, secondo gli analisti, ma il più grave è il codice complicato e dispersivo, che rende impossibili le modifiche in breve termine: è quello che è successo con Vista, il cui tasso di adozione da parte delle imprese ha raggiunto un misero 6%.

Anche altri analisti, tra cui Forrester Research, hanno segnalato questa lenta migrazione verso Vista. La natura monolitica di Windows, motivo per cui Microsoft sta pensando ad un sistema operativo modulare, non solo rende difficile gli aggiornamenti, ma rischia di peggiorare la situazione nel medio e lungo termine.

Gli utenti desiderano un Windows che costi poco, e possa girare su hardware non eccessivamente potente. Windows ha costruito il suo successo proprio grazie all'"utente medio", il quale non può permettersi un aggiornamento hardware ad ogni revisione del sistema operativo.

Ma ora ci vuole troppo tempo prima che la prossima versione di Windows esca, e Microsoft deve affrontare la concorrenza non solo degli avversari diretti, ma anche delle applicazioni Web e dei dispositivi portatili. Apple ha introdotto le prime applicazioni per iPhone, mentre Vista è troppo pesante per girare sui palmari.

Gli analisti dichiarano che Windows deve cambiare: deve essere più modulare e deve puntare sulla virtualizzazione, in modo da eliminare tutte le API che appesantiscono il sistema e allo stesso tempo permettere la retro-compatibilità.

Intanto Microsoft ha deciso da tempo di spegnere Xp entro il 2010, mentre girano voci insistenti che Windows 7 possa uscire entro il 2009.

Via | Computerworld.com.au

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: