Il WiMAX interferisce con le comunicazioni satellitari

Logo WiMAXIl SUIRG, acronimo che sta per Satellite Users Interference Reduction Group, ha pubblicato gli esiti di una ricerca condotta al fine di comprendere gli effettivi problemi di interferenze tra le frequenze WiMAX (di cui abbiamo parlato pochi giorni fa in occasione del suo arrivo in Italia) e i segnali satellitari su banda C; banda che viene utilizzata con il sistema di ricezione TVRO (televisione solo ricevente) e, tra le funzioni principali, per aprire la connessione con i satelliti in modo da ottenere la ricezione dei canali televisivi.

Scopo principale della ricerca era la misurazione dei livelli di interferenza generati da una trasmissione WiMAX verso un stazione ricevente satellitare FSS; il test è stato eseguito in due fasi: 1) L'antenna FSS fissa nella stessa posizione mentre l'unità base WiMAX è stata spostata in diversi sedi operative e a vari angoli e distanze dall'antenna FSS. Il test, svolto nell'area di 1 km, ha dimostrato che il segnale digitale era inutilizzabile a causa del segnale WiMAX; 2) la base WiMAX fissata a un'altezza di circa 50 metri su un serbatoio d'acqua mentre l'antenna FSS è stata posizionata in diversi luoghi a diverse distanze (fino a 12 km) dall'antenna WiMAX. Anche in questo caso erano presenti dei disturbi, ma il segnale satellitare non era inutilizzabile a differenza del primo test.

In conclusione, i vari test hanno dimostrato che la qualità del segnale satellitare è spesso risultata inaccettabile per gli standard dell'industria delle telecomunicazioni e che ciò dipende dalla conformità del territorio (differenze tra un terreno pianeggiante e una collina alberata, per esempio) e dall'intensità del segnale WiMAX. Che dire? Si tratta di un problema serio o di un finto problema con la solita ricerca "di parte" finanziata proprio da chi perderebbe guadagni con il WiMAX alla portata di tutti?

Via | Surferwoman.com, Cellular-news.com

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: