Abbassati i requisiti di Vista per favorire Intel?

Microsoft LogoNonostante il recente taglio ai prezzi di Vista, Microsoft proprio non riesce a rendere maggiormente simpatico agli utenti l'ultima versione del proprio sistema operativo, complici anche le notizie circolate nella giornata di ieri.

Dalla documentazione relativa ad una class-action che vede coinvolta la società di Redmond arrivano infatti nuove ombre su Vista: la corte presso la quale la causa si sta svolgendo ha pubblicato i testi relativi ad email interne a Microsoft, all'interno dei quali emergerebbero particolari inquietanti sulle strategie adottate dal colosso informatico nel periodo precedente il lancio del sistema operativo.

A fare maggiormente scalpore è l'email che il general manager John Kalkman avrebbe inviato lo scorso febbraio a Scott Di Valerio, supervisore della compagnia nei rapporti coi partner PC: all'interno del messaggio viene candidamente ammesso di aver abbassato i requisiti minimi di Windows Vista per venire incontro ad Intel, facendo in modo che il produttore hardware riuscisse a vendere un maggior numero di schede grafiche con chip grafico 915 integrato, riuscendo così ad innalzare i propri risultati fiscali.

Anche senza questo inquietante scambio di email il famoso bollino "Windows Vista Capable" era stato duramente criticato in passato, con un numero di utenti sempre più elevato a domandarsi se la certificazione offerta da Microsoft ai PC in commercio prima del lancio di vista sia stata giusta o frutto di un tremendo errore.

In seguito alla pubblicazione dei messaggi di posta elettronica non sono mancate le reazioni da parte delle società coinvolte: la prima è stata Intel, che interpellata dal Wall Street Journal ha affermato l'assenza di qualsiasi forma di qualifica da parte di Kalkman per essere a conoscenza della situazione finanziaria interna a Intel riguardante chipset, schede madri o qualsiasi altro prodotto.

Nel frattempo anche Microsoft ha risposto a quanto riportato, sostenendo che l'inclusione del chipset 915 di Intel all'interno dei requisiti per Windows Vista è stata basata su test condotti con successo sulla beta del sistema operativo in accoppiata col chipset, che sarebbe stato scelto anche per la sua larga disponibilità all'interno del mercato.

Via | Channelregister.co.uk | Wsj.com

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: