Second Brain: a chi un solo cervello non basta

Second Brain content aggregatorL'evoluzione del web ha colpito anche i siti personali; da contenitori di fotografie e collegamenti in salsa html, stracolmi di gif animate, sono divenuti blog e succesivamente, con l'avvento del web 2.0, i contenuti si sono frazionati tra i vari social networks e siti che permettono l'upload di materiale audio/video.

Oggi le foto vengono caricate su Flickr o PicasaWeb, si gestiscono i contatti tramite Friendster, MySpace o Facebook, i video sono uploadati su YouTube; le preferenze musicali sono affidate a Last.Fm, le selezioni di link a Del.icio.us o Digg , i pensieri e gli scritti a Blogger. Difficilmente lo stesso utente si registra a tutti i servizi con lo stesso username, e se anche lo facesse, il visitatore di uno dei suoi profili non potrebbe immaginare su quale altro network sia presente. Nasce così la necessità di avere una pagina di riepilogo, cioè un content aggregator come Second Brain.

Per utilizzare Second Brain è necessario registrarsi gratuitamente ed ottenere così un indirizzo del tipo username.secondbrain.com, dopodichè si importano i contenuti dei vari servizi e si aggiungono i contatti: è inoltre possibile valutare e commentare i loro dati.

I servizi supportati sono:


  • Del.icio.us

  • Faves

  • Flickr

  • Picasa Web Albums

  • Google Docs

  • You Tube

  • MindMeister

  • Blogger

  • Metaweblog

  • Wordpress

  • ZohoDocs

  • Digg

  • Slideshare

Via | KillerStartups.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: