O'Reilly commenta l'acquisizione di MySQL da parte di SUN

mysql-logoLa notizia dell'acquisizione di MySQL da parte di Sun è ancora recente, ed i commenti iniziali del mondo open source sono stati spesso critici per l'ennesimo caso di azienda che è stata acquisita a suon di dollari dal potente di turno. A distanza di qualche giorno però, è apparso prima un articolo di Forbes e poi un commento del celebre O'Reilly che danno una nuovo punto di vista all'acquisizione e che meritano di sicuro una lettura.

Secondo Forbes, che titola il suo articolo con una frase che potremmo anche tradurre in "prendi i soldi e scappa", il movimento open source è utilizzato dai colossi come leva per incutere paura ai propri concorrenti, come ad esempio sta facendo IBM che finanzia il mondo Linux per intimorire Microsoft, che a sua volta ha stretto un accordo con Novell, il n°2 della scena per intimorire RedHat, il n°1 del mercato Linux. Questa analisi punta a rafforzare l'ipotesi secondo la quale l'open source ha poco a che fare con il mondo utopistico della libera condivisione delle idee e ha invece moltissime dipendenze dal mondo reale della finanza e del mercato. Non è infatti un segreto che molte start-up puntino a farsi acquisire dai grandi del mercato per monetizzare velocemente l'idea.

O'Reilly conferma che un modello di business dell'open source può essere la fornitura del software come commodity, ma allarga il panorama quando spiega il suo punto di vista. Così come la rivoluzione del PC ha spostato il discorso dall'hardware al software, dalla IBM alla Microsoft, l'open source ha spostato di un livello il contesto di discussione, passando dal software ai servizi web 2.0, quindi da Microsoft a Google per esempio. Lui chiama questo concetto ""the open source paradigm shift", che ha dettagliato meglio in un suo articolo più datato.

E' verissimo infatti che le compagnie come Google siano state fondate sulla base di software open source ma abbiano fondato il loro successo sui dati e sulla collaborazione. Secondo O'Reilly questa è la vera forza ed il vero valore creato dall'open source. Ma afferma anche che queste opportunità sono profittevoli anche per i vecchi concorrenti: così come in passato HP e Dell hanno approfittato della rivoluzione dei PC, il software fornito come bene su cui costruire servizi a valore aggiunto può essere una grande opportunità per MySQL e quindi SUN, ma è ancora troppo presto per dare una risposta definitiva in un verso o nell'altro.

Va aggiunto che quello di O'Reilly è un commento di parte in quanto fortemente orientato al mondo open source (è nel comitato direttivo di MySQL e promotore di molte conferenze sul tema open source), ma sicuramente dà una visione più ampia dell'argomento. Inoltre nei commenti dell'articolo di Forbes un lettore spiega che i veri innovatori che lavorano per la propria soddisfazione sono già molto più avanti, e in questo momento lavorano sull'hardware open source e sui mash-up, dove vedremo grandi novità nei sistemi di aggregazione delle informazioni.

Via | O'Reilly Radar

  • shares
  • Mail