Mozilla Messaging: la nuova organizzazione dedicata allo sviluppo di Thunderbird 3

mozilla-messaging-logoOggi è stata annunciata ufficialmente la nuova organizzazione denominata Mozilla Messaging, dedicata alla posta elettronica dell’organizzazione senza fini di lucro Mozilla Foundation. Il progetto è mirato allo sviluppo di Thunderbird 3 per il quale sono previste significative migliorie in particolare nella gestione integrata dell’agenda, nella ricerca e, in generale, nell’esperienza di utilizzo da parte degli utenti. Thunderbird ha conquistato gli utenti grazie alle sue caratteristiche di facilità d'uso e di filtraggio dello spam, ed è svilupppato con lo stesso modello open source del famoso browser Firefox. Inoltre si è sempre fatto apprezzare per la modularità dei plugin che permettono di aggiungere skin e funzioni con estrema semplicità.

La nascita della nuova organizzazione è stata in parte preannunciata lo scorso anno quando le priorità della fondazione Mozilla sono state dirottate su Firefox e si è creato quindi il dilemma di come proseguire lo sviluppo del client di posta. Da oggi quindi la scelta di definire un nuovo ramo dell'azienda permetterà di sviluppare un business dedicato a questo prodotto, partendo con un piccolo team di sviluppatori che sono parte integrante della più ampia comunità di sviluppatori che contribuiscono al progetto da ogni parte del mondo.

David Ascher, CEO di Mozilla Messaging, ha dichiarato:

Siamo molto felici di poter nuovamente indirizzare gli sforzi della nostra comunità open source sul futuro di Thunderbird. Il nostro principale obiettivo consiste nel realizzare il miglior client di posta elettronica, apprezzato dagli utenti. Un client email destinato a diventare un punto di riferimento in un settore delicato quale quello della gestione della posta elettronica e delle comunicazioni in Internet


Si tratta sicuramente di un progetto importante che potrà dare nuova linfa ad un prodotto già molto buono ma che è stato parecchio criticato per le scarse funzionalità introdotte nella versione 2, e per la mancanza di uno strumento di calendaring e collaboration integrato. Ha però il vantaggio di essere compatibile con molti sistema operativi e di richiedere un numero esiguo di risorse. Vedremo quali novità ci attenderanno per la futura release.

Via | Blog di David Ascher

  • shares
  • Mail