Regno Unito, i provider filtreranno i siti per adulti

Per accedere ai siti per adulti nel Regno Unito bisognerà fare un'apposita richiesta al proprio provider: ecco i dettagli.

I sudditi della regina Elisabetta che vorranno accedere a siti per adulti dovranno fare i conti col nuovo sistema di filtri imposti dai provider, per i quali le regole cambieranno in modo sensibile. Nessun sito sarà completamente oscurato, ma chi vorrà accedere a un certo tipo di portali dovrà attivarsi per rimuovere i filtri, che altrimenti saranno uno standard di ogni connessione a Internet, che quindi in versione "base" non permetterà l'accesso a contenuti non adatti ai minori.

In sostanza, dopo aver sottoscritto l'abbonamento col proprio provider, si dovrà effettuare una richiesta di opt-out. A quanto pare, i vari ISP avrebbero accettato di buon grado la cosa, impedendo che le autorità del Regno Unito dovessero ricorrere alle maniere forti per far applicare la nuova linea politica. Inoltre, non saranno solo i nuovi account a essere filtrati, ma anche quelli già esistenti.

Le nuove regole per l'accesso ai siti per adulti saranno a quanto pare applicate nel 2014, ma c'è di più: non saranno in alcun caso permanenti. Come spiegato da Claire Perry, uno dei membri del parlamento, sarà solo possibile rimuovere le limitazioni in modo temporaneo fino a una certa ora del giorno, dopo la quale i filtri torneranno nuovamente a impedire l'accesso ai contenuti in questione.

Diritti o doveri?


Facile immaginare a questo punto che nei prossimi mesi la polemica sarà destinata a divampare, tra i sostenitori della libertà della rete e chi invece vuole difendere i minori dalla possibilità di raggiungere materiale di un certo tipo anche in modo fin troppo facile. A essere criticata principalmente in queste ore, proprio la scelta di rendere la rimozione dei filtri temporanea, spingendo quindi chi voglia visitare un sito per adulti a esporsi costantemente quando spesso l'intenzione è chiaramente quella opposta.

Ci sarà poi da considerare chi e in che modo gestirà la lista di siti bloccati dai filtri, e in base a quali parametri un contenuto sarà giudicato per adulti o potrà essere invece ammesso per la visualizzazione senza dover effettuare la richiesta di opt-out. Al di là di un certo genere di film, chiaramente catalogabile, i casi limite possono essere davvero tantissimi, inclusi show particolarmente famosi come Il Trono di Spade, noto anche per alcune scene particolarmente spinte.

Via | Thenextweb.com
Foto | Wikipedia

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: