Twitter, la balena del social network sostituita dal mostro di Loch Ness

Addio alla balena di Twitter: al suo posto il temibile mostro di Loch Ness

Twitter balena mostro loch nessGrandi cambiamenti in casa Twitter? Non proprio: si tratta soltanto di un addio che a molti passerà inosservato ma che ai fan numero uno del social network potrebbe interessare. Vi ricordate della Fail Whale, e cioè della balena che compariva sullo schermo quando i server andavano in sovraccarico? Forse sì forse no: l'immagine, comunque, dovrebbe aiutarvi.

La notizia è ufficiale, e nasce da un dato di fatto che farà sicuramente piacere ai sostenitori del social network: i problemi tecnici sono così pochi ormai che cambiare era necessario proprio per tagliare tutti i ponti con il passato, ed ecco che arriva il mostro di Loch Ness; lo ha disegnato sempre Yiying Lu (la stessa disegnatrice della balena), che ha voluto festeggiare postando su Twitter il disegno e il video.

Storia di successi per i social network


La rete sociale sta riscuotendo sempre più successo, e il fatto che non ci siano problemi di connettività e sovraccarico non può che contribuire all'aumento dei cinguettii; i social network stanno aiutando anche diverse attività economiche (si pensi all'agricoltura 2.0) e, se sfruttate a dovere, quindi nel migliore dei modi, potrebbero rendere strepitoso il rapporto tra utente e cliente, produttore e consumatore, soggetti attivi e passivi: pensate all'account del papa, che però non è stato sfruttato a dovere, e a quello di VIP e NIP, che possono interagire con i loro fan.

C'è da fare ancora parecchio, certo, ma i tempi della balena sono passati e quelli del mostro di Loch Ness si riveleranno senz'altro sorprendenti. Lunga vita a Twitter!

  • shares
  • +1
  • Mail