Internet nel caos entro il 2010: solo fregnacce?

Traffico InternetLa pessimistica proiezione operata dal Nemertes Research Group sull’esplosione del web entro il 2010, resa nota qualche giorno fa, ha già fatto il giro del mondo, scatenando le reazioni più disparate, dagli strepiti dei catastrofisti pronti a calare le scialuppe di salvataggio, ai legittimi dubbi degli addetti ai lavori.

In base all’analisi della società statunitense, specializzata nel quantificare l’impatto delle nuove tecnologie sul business, i contenuti del Web 2.0 diventeranno talmente eccessivi da rallentare l’intero sistema, rendendo di fatto impossibile la navigazione. Sembra che le infrastrutture attualmente a supporto di Internet non siano in effetti idonee a sostenere il consistente aumento di dati a cui la Rete viene quotidianamente sottoposta, dal proliferare di video interattivi al sempre più fitto scambio di file di grandi dimensioni.

Nemertes stima in 130 miliardi di dollari l’entità degli investimenti necessari per impedire l’intasamento di Internet. Secondo il rapporto, solo nel Nord America occorrerebbero 42-55 miliardi di dollari nei prossimi 3-5 anni: sarebbe il minimo, secondo Nemertes, per tenere il passo con la domanda.

Scenari apocalittici concreti o solo l’eclatante manovra di un gruppo di ricerca a caccia di visibilità? Per Stefano Quintarelli non ci sono dubbi circa l’infondatezza di una simile previsione. Il noto informatico italiano, dalle pagine del suo blog dà voce ad Andrew Odlyzko, matematico a capo dello University of Minnesota's Digital Technology Center (qui l’impressionante elenco delle sue pubblicazioni). Ecco l’illuminante parere di Odlyzko sullo studio di Nemertes:

Sì. L’ho letto. Gli autori mi hanno intervistato lungamente e mi hanno citato in alcuni passaggi ma non mi hanno chiesto di verificare alcuna bozza e non mi hanno nemmeno mandato lo studio quando lo hanno pubblicato. Come se gli interessasse solo il nome…

Il matematico conclude sollevando perplessità anche sulle cifre messe in campo da Nemertes. Come dire, al di là del sensazionalismo spicciolo, di concreto c’è ben poco…

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: