Windows 8.1 restituirà il tasto Start al desktop

Per qualche ragione la scomparsa del tasto Start ha arruffato più penne di tutte le altre modifiche all'interfaccia che Windows 8 ha portato con sè. A quanto pare Microsoft è disposta a tornare sui propri passi e riproporre questo particolare "ritrovato".

Siccome io sono passato da OS X a Windows 8 dopo sei o sette anni di Mac, non ho davvero sentito la mancanza del tasto Start quando ho iniziato ad usare l’ultimo sistema operativo di Redmond. Ho sempre saputo di essere una mosca bianca: una buona parte degli utenti amava quella feature, gli altri semplicemente ci erano abituati.

È una trappola!

Come tutte le corporation, Microsoft è molto restia a tornare sui propri passi, perché equivale ad ammettere l’errore. Questa volta però, sembra essere successo davvero - Alcune fonti anonime hanno fatto sapere a The Verge che il tasto Start è destinato a ricomparire con Windows 8.1, o almeno una parte di esso.

Se siete pronti a stappare le bottiglie di Champagne, tuttavia, devo deludervi da subito: non chiamerà nessun menù Start, ma sarà un metodo per arrivare rapidamente alla schermata di Start, quella alla quale si accede dall’icona con il logo di Windows nella Charm bar (quello che vedete indicato qui sopra), oppure con il tasto Windows.

Ne consegue che non sarà un granché come tasto Start e non avrà grandi parentele con l’originale. Per chi avesse davvero nostalgia delle vecchia feature, consigliamo ViStart o qualche altra tool adatta a restituirlo a Windows 8.

Il ritorno dei morti viventi: tasto start e boot da desktop

La decisione sembra arrivare in coppia con un’altra voce che già abbiamo sentito, ovverosia la feature richiesta a gran voce di poter avviare Windows direttamente in modalità Desktop.

L’interfaccia Metro/Modern, infatti, non piace a tutti. Non solo: tutti quelli che non sono dotati di un touchscreen hanno seri problemi a sfruttarla a dovere. Non è un gran problema dirigersi sul desktop dalla schermata di Start, ma il poter partire direttamente da lì sarebbe un piccolo aiuto a chi lavora in un ufficio o comunque non usa la nuova interfaccia.

I dati di Microsoft sono a quanto pare in contrasto con il feedback fornito dagli utenti: pare che anche coloro che chiedono a gran voce il tasto Start non lo usassero poi molto. Se aggiungiamo la relativa facilità con cui si abbandona la schermata Start a favore del desktop, questi due update sono una maniera facile per Microsoft di far tacere alcune proteste un po’ troppo vivaci.

Via | The Verge

  • shares
  • +1
  • Mail