Wikipedia, diventare protagonisti del web con "Wiki va a scuola!"

Wiki va a scuola! è un progetto che rende onore all'Italia: diventare protagonisti attivi nel web si può

WikipediaWikimedia Italia ha dato vita a Wiki va a scuola!, uno dei progetti più belli realizzati sinora: la presidente Frieda Boschi e il suo team sono convinti che bisogna imparare a fare il web, costruirlo e migliorarlo; i ragazzi, secondo l'associazione, sono chiamati ad essere non solo fruitori di contenuti: importante è partecipare attivamente.

Intervistata da Olga Mascolo del Corriere della Sera, il presidente ha spiegato che  le scuole medie inferiori e superiori di Lombardia, Veneto, Toscana, Emilia Romagna e Torino sono chiamate a svolgere principalmente due attività:

Insegniamo ai ragazzi come scrivere i contenuti e come usare Wikipedia, perché usare bene Wikipedia significa [imparare] a non subire internet. Le nuove generazioni di nativi digitali non si porranno nemmeno più il problema di chi produce contenuti per il web: se li trovano già lì. E invece hanno bisogno di scoprire che se vogliono, anche loro possono scrivere una voce di Wikipedia, avendo la stessa autorevolezza del compagno di banco”.

I wikimediani, insomma, dovranno imparare anzitutto a ricercare; in secondo luogo, a verificare; poi a scrivere; infine, a organizzare: tutto questo per rendere la grande piattaforma del web qualcosa di affidabile e sicuro (non che Wikipedia non lo sia per la maggior parte dei contenuti, con i suoi milioni e milioni di pagine).

Molti altri progetti per Wikimedia Italia


Sono in via di sperimentazione anche altri due progetti: Wiki loves monuments e Archeowiki, quest’ultimo importante per il coinvolgimento di una nuova fetta di pubblico nella fruizione del patrimonio archeologico lombardo attraverso le pubblicazioni online (maggiori e interessanti dettagli sono rintracciabili nell’intervista esclusiva del Corriere della Sera).

Wikimedia Italia sta lavorando molto bene, a detta della presidente, che ha sottolineato come l’importanza assunta dalla sua associazione sia dimostrabile col fatto che la conferenza annuale globale di Wikimedia Foundation quest'anno si tenga proprio a Milano, per la prima volta nella nostra Penisola. Un’associazione di cui andare fieri, insomma. Onore al merito.

Via | Corriere della Sera

  • shares
  • +1
  • Mail