I fumetti sono il nuovo fronte della guerra al p2p

Marvel e DC dichiarano guerra ai comics su Torrent - immagine (c) MarvelLa settimana scorsa la Marvel ha lanciato sul suo sito la possibilità di leggere online a pagamento i suoi fumetti, senza però la possibilità di scaricarli sul proprio computer.
Come far sì che gli utenti paghino per quello che possono ottenere online gratis? Semplice, cercando di eliminare la distribuzione illegale dei propri comics.

La settimana scorsa Demonoid è stato chiuso dal suo provider canadese: con la scomparsa di uno dei più importanti tracker Torrent, molti utenti hanno iniziato a lamentare la impossibilità di raggiungere una buona parte dei comics che normalmente circolava tramite questo tracker.

I due colossi dei comics americani, Marvel e DC Comics hanno lanciato una serie di minacce di azioni legali verso quei siti come ZCultFM e verso il mondo "sotterraneo" di Usenet: uno dei più prolifici uploader , Orobos, è stato privato dei diritti di postare su Usenet, e non sembra essere un caso isolato.

Per ora il tracker di ZCultFM è stato messo offline, nell'attesa di chiarire la situazione, ma sembra però che questo nuovo fronte della guerra al peer to peer porterà alla scomparsa di diversi piccoli avamposti che si occupano di comics e fumetti.

La Marvel avrebbe richiesto che ZCultFM fosse messo totalmente offline, mentre addirittura un editore che precedentemente aveva chiesto di eliminare i propri comics dal sito ora sarebbe favorevole alla distribuzione via Torrent delle proprie pubblicazioni.

Intanto in Olanda rischiano di chiudere diversi siti e tracker di file Torrent, a causa delle pressioni del gruppo BREIN verso i provider dei siti.
[via TorrentFreak]

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: