I dischi Maxtor con il trojan "di serie"

Hard Disk SeagateLa notizia è curiosa e inquietante: 1.800 hard disk marchiati Maxtor e prodotti da Seagate in Tailandia erano infetti da un trojan in grado di collegarsi a un paio di server domiciliati in Cina (www.nice8.org e www.we168.org) per inviare informazioni contenute sui dischi.

A dare un angolo "spionistico" alla vicenda è il fatto che gli hard disk in questione erano destinati al mercato Taiwanese (e la Repubblica Popolare Cinese vede Taiwan come una provincia ribelle).

Come osserva un commentatore su Slashdot, il malware negli hard-disk nuovi è per i potenziali acquirenti (quasi) equivalente alla vernice al piombo nei giocattoli per bambini: un enorme rischio per l'immagine di Pechino come partner commerciale affidabile.

Via | Punto Informatico

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: