Facebook lancia Safety, alleanza con 19 Stati per tutelare i minori

Alleanza con diciannove stati per Facebook: il social network ha stretto degli accordi a tutela dei minori

Facebook privacyIl successo di Facebook è indiscutibile, anche se nell'immaginario collettivo - o meglio: di coloro che proprio non riescono ad accettare social network e internet nella propria esistenza - è un luogo di perdizione, molto spesso causa di veri e propri disagi e danni per chi lo frequenta (anche se recenti ricerche hanno dimostrato tutto il contrario). Le motivazioni sono tante: spicca la privacy fra tutte, ma anche l'abuso che gli adolescenti ne fanno. Proprio per questo motivo, il team di Mark Zuckerberg ha deciso di stringere un accordo con diciannove stati per rendere più sicura la navigazione nel web.

Collaborando con la National Association of Attorneys General (NAAG), l'azienda di Menlo Park ha lanciato Safety, una campagna di sensibilizzazione per la sicurezza dei minori. I singoli procuratori, in praticolare, dovranno lanciare messaggi promozionali per la tutela degli adolescenti nei contesti più a rischio, affinché questi possano essere in grado di evitare situazioni pericolose, come gli abusi e il cyber-bullismo; si tratta, insomma, di insegnare a chi naviga nel web come migliorare le impostazioni della privacy perché la navigazione diventi la più sicura possibile.

Le famiglie servono ma non troppo


"Un numero sempre maggiore di genitori è ora in grado di capire il funzionamento di Facebook e come quest'ultimo venga sfruttato dai ragazzi - ha spiegato Doug Gansler, il presidente NAAG - Ma questo non vuol dire che gli stessi genitori capiscano il funzionamento delle impostazioni in materia di privacy".

L'obiettivo, perciò, sarà proprio quello di formare non tanto le famiglie, quanto i ragazzi, che solo in questo modo potranno davvero tutelarsi. Una bella iniziativa, insomma. Si spera altrettanto efficace.

Via | ABCNews

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: