Windows 8.1, uscita possibile a settembre secondo un nuovo leak

Windows Blue si chiamerà Windows 8.1 e dovrebbe essere disponibile a settembre secondo i dati forniti dall'ennesimo leak proveniente dai laboratori di Microsoft. Non basta, si rumoreggia pure di un possibile boot al desktop.

Continua la febbre da rumor per il prossimo aggiornamento di Windows 8. Fino a poche settimane fa lo chiamavamo Windows Blue, il suo “nome di lavoro”, adesso invece possiamo essere piuttosto certi che si chiamerà semplicemente Windows 8.1, come già preventivato.

Uscita a settembre possibile, sognando il boot al desktop



Da quel che sappiamo la public preview dovrebbe avvenire alla conferenza degli sviluppatori di Microsoft a fine giugno, mentre un ultimo leak dell’attuale versione di prova rivela qualche altro indizio:

  • Il nome assegnato alla versione è Windows 8.1 Pro Preview

  • L’uscita pare programmata per settembre. Precedentemente si parlava di fine agosto, ma forse si è peccato di eccessivo ottimismo

  • WinBeta sostiene che ci sia una nuova feature per mandare direttamente il sistema operativo alla modalità desktop, il che va contro trutto quello che finora Microsoft ha propugnato con Windows 8.

  • Metro, la pietra della discordia



    Nonostante non sia poi un ambiente grafico troppo malvagio o invasivo, moltissimi hanno accusato Metro/Modern (personalmente non sono ancora molto sicuro di come chiamarlo) di aver “ucciso” Windows 8.

    Al di sotto di questa interfaccia, pensata appositamente per i touchscreen e di utilità limitata per tutti gli altri si nasconde ancora una modalità desktop viva e guizzante, decisamente solida e addirittura migliorata rispetto a quella di Windows 7.

    Purtroppo non esiste una maniera per passare automaticamente al desktop all'avvio (il cosiddetto boot al desktop) e “bandire” Metro dai nostri occhi senza qualche workaround un po’ artigianale. Microsoft si è rifiutata caparbiamente di consentire questa scelta all’interno del sistema operativo, e l’idea che le cose possano essere cambiate in questi mesi resta sicuramente una speranza per chi è seccato dalla stessa esistenza dell’ambiente grafico touch.

    Se dovesse essere implementato su Windows 8.1 sarebbe certamente un passo indietro per Redmond, ma renderebbe contenti tanto i ”fondamentalisti” che gli utenti enterprise, le cui postazioni di lavoro difficilmente avranno mai un touchscreen.

    • shares
    • +1
    • Mail
    2 commenti Aggiorna
    Ordina: