Facebook aggiunge stati d’animo e attività agli aggiornamenti di stato in USA

Nuove opzioni negli aggiornamenti di stato su Facebook per gli utenti statunitense: ora è possibile possibile indicare il proprio stato d'animo e cosa si sta facendo. E in Italia?

Gli utenti di Facebook residenti negli Stati Uniti si sono svegliati con la possibilità di condividere ancora più informazioni personali sul social network di Zuckerberg.

Grazie al nuovo campo per l'aggiornamento di stato, anticipato già qualche mese fa, gli utenti potranno annunciare pubblicamente i propri stati d'animo o il film che stanno guardando, passando per il libro che stanno leggendo e la musica che stanno ascoltando.

E il tutto senza dover ricorrere ad applicazioni di terze parti. E' sufficiente, come potete vedere negli screenshot, selezionare una delle opzioni che vi darà Facebook: un po' come funziona già per i tag degli amici nei post, potete far sapere ai vostri contatti che state guardando l'ultima puntata di Game Of Thrones taggando nello stesso aggiornamento la pagina ufficiale dello show e aggiungendo anche gli amici che vi stanno facendo compagnia nella visione.

Taggando una pagina nell'aggiornamento di stato, quest'ultimo sarà accompagnato da un banner della stessa pagina, così da un lato i vostri contatti si faranno un'idea ancor più precisa di cosa state facendo o guardando e dall'altro potranno espandere i loro interessi dando un "like" alla pagina o approfondendo l'oggetto della vostra attività.

Allo stesso modo quel film, quella serie tv o quell'artista vengono direttamente inseriti nell'apposita sezione del vostro profilo Timeline, non ancora disponibile per la totalità degli utenti di Facebook.

Questi aggiornamenti, fanno sapere da Facebook, rispetteranno le impostazioni della privacy che avete impostato o che imposterete per il singolo post. Nulla, insomma, cambierà rispetto al passato. Per poter testare con mano questa novità, come al solito, ci vorrà un po': i nuovi aggiornamenti di stato sono in fase di rollout per gli utenti statunitensi. Solo successivamente, le tempistiche sono sconosciute, verranno estese anche gli altri Paesi.

Via | Facebook Newsroom

  • shares
  • +1
  • Mail