Windows Blue, Microsoft annuncia una public preview a fine giugno

L’aggiornamento di Windows 8 che è conosciuto con il nome di Windows Blue sta scatenando un certo interesse presso utenti e stampa specializzata: Microsoft programma apertamente di rilasciare la prima public preview alla sua conferenza degli sviluppatori, Build.

Mirosoft ha spostato Build a San Francisco, programmando l’appuntamento per la fine di giugno. Da Redmond si attendono dettagli interessanti su Windows Blue, il cui “nomignolo” è stato confermato ufficialmente - anche se questo non è certo il nome della versione definitiva. Tra le novità, anche una prima versione public preview!

Risoluzione e Snap View, meno limiti più libertà

A quanto pare una delle limitazioni più fastidiose di Windows 8 riguarda tanto la flessibilità di Snap View quanto la risoluzione minima su cui il sistema operativo può girare. Stando al leak della build fuoriuscito questa settimana, l’attuale metodo di visualizzazione verrà migliorato sensibilmente.

Per chi non lo sapesse, Snap View consente di ridurre una app ed inserirla in un pannello a “striscia” verticale su un lato del monitor, in modo da usare più app contemporaneamente. Purtroppo è limitato ad un solo pannello, che può essere posizionato a destra oppure a sinistra. Con Windows Blue sarà possibile creare più Snap View di varie dimensioni, magari per visualizzare due tab di Internet Explorer contemporaneamente - nella preview è disponibile una variante 50/50 che sembra fatta apposta.

Con queste modifiche ci sarà anche un aumento delle risoluzioni compatibili: Windows potrà girare anche sui 7”, e non sarà limitata ai tablet di 10” o più.

Ci vediamo al Build

Sebbene Windows 8 non sia certo un cattivo sistema operativo, fatica un po’ ad imporsi in un panorama che sta cambiando. Come testimonia l’uscita un po’ discontinua di aggiornamenti, non è ancora un prodotto “rotondo”, ed il successo dei tablet lo ha danneggiato.

Blue non sarà di certo il “momento della riscossa”, ma è molto importante continuare a lavorare per tutti gli utenti che hanno dato fiducia ad un’impresa che sta traghettando Microsoft in un mercato molto diverso da quello che ha visto l’uscita del predecessore Windows 7.

Sono sicuro che ci sarà più di qualche sorpresa interessante al Build di San Francisco, o anche prima se gli sviluppatori di Redmond non saranno capaci di tenere la bocca chiusa.

Via | Official Microsoft Blog

  • shares
  • Mail