Rubano il computer a Francis Ford Coppola e lui perde 15 anni di lavoro. E tu hai fatto il backup?

Coppola subisce il forto del computer. Avete fatto il backup?Il regista Francis Ford Coppola ha subito il furto del suo computer nella sua casa in Argentina dove aveva memorizzato i dati di quindici anni di lavoro, oltre al materiale per il suo prossimo film «Tetro»: il dramma si è completato scoprendo che anche i dispositivi di backup che aveva sono stati trafugati.

Questo esempio clamoroso è comune all'esperienza di numerose persone che non pensano alla possibilità di subire un furto o più semplicemente del verificarsi di un problema tecnico in grado di compromettere l'integrità dei propri dati.
E' così che si rischia di perdere il proprio archivio di foto scattate con una macchina digitale, l'archivio dei documenti di lavoro, documentazione, email, contatti, link, musica in formato mp3 regolarmente acquistata.

Diverse volte abbiamo affrontato il tema del backup, sia per quanto riguarda singole tipologie di dati, sia parlandovi di software per eseguire un backup di alcune cartelle del vostro sistema su dispositivi esterni o online.

Le strategie per garantire l'integrità dei vostri dati da qualsiasi evento sono diverse, dall'utilizzo di sistemi RAID per aumentare la ridondanza dei vostri dati nel caso della rottura di un disco fisso, all'uso di software che creano backup dei vostri dati su un disco USB esterno o in una NAS dotata anch'essa di due o più dischi in RAID, soluzione che ha portato Microsoft a pensare a Windows Home Server, un sistema operativo per queste necessità.

C'è poi chi utilizza la rete come sede dei propri backup, utilizzando servizi online per gestire i documenti, oppure usufruire dei diversi servizi il proprio backup online magari usando diversi account nei servizi che offrono spazio gratuito; una delle soluzioni che si è affacciata ultimamente è quella offerta da Amazon che permette di avere spazio a pagamento sui loro server e pagare in base a quanti dati manteniamo online e al traffico che generiamo, operazione che comunque è possibile anche attraverso altri servizi di hosting che mettono nei loro pacchetti web un considerevole spazio da utilizzare anche tramite WebDAV.

E voi, quali soluzioni adottate per non perdere i vostri dati? Condividete la vostra esperienza.

  • shares
  • +1
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: