Google pagherà 7 milioni per lo scandalo dei dati Wi-Fi di Street View

street_view

Ne avevamo parlato qualche giorno fa dandolo come imminente, e infatti alla fine l'accordo è arrivato: Google pagherà 7 milioni di dollari come risarcimento per l'ormai famosa raccolta di dati sensibili dalle reti Wi-Fi incontrate sul tragitto delle auto di Street View.

L'accordo stretto da Google con le autorità prevede nel dettaglio la distruzione completa dei dati raccolti dalle auto tra il 2008 e il 2010, il lancio di un programma di training per gli impiegati (immaginiamo in materia di privacy) e appunto il pagamento dei suddetti 7 milioni, che saranno suddivisi tra 38 Stati colpiti dallo scandalo. Per ognuno di essi, un importo differente, con lo Stato di New York che riceverà per esempio circa 192.00$.

Eric T. Schneiderman, Procuratore Generale di New York, ha così commentato l'accordo stretto con la società di Mountain View:

"I consumatori hanno il diritto di proteggere le loro informazioni personali e finanziarie dall'uso improprio e indesiderato da corporazioni come Google. Questo accordo copre problemi di privacy e protegge i diritti delle persone che hanno visto i loro dati raccolti senza permesso."

I 7 milioni di dollari che Google dovrà pagare ora negli USA vanno ad aggiungersi all'altra salatissima multa affrontata a metà 2012, ma soprattutto a tutti gli altri procedimenti legali in corso nelle altre nazioni, come l'Inghilterra, dove il caso tiene ancora banco.

Via | Electronista.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: