Chrome 25, l'ultimo aggiornamento porta il supporto al Web Speech API

Google Chrome si mantiene aggiornato e particolarmente moderno: da oggi la sua versione stabile Chrome 25 integra l’API Web Speech.

Avevamo visto qualche elemento di questa nuova feature un po’ di tempo fa. Si tratta di un modulo per il controllo vocale.

Il Web Speech non funziona direttamente sul browser, è proprio una semplice API: del codice che può essere integrato da uno sviluppatore per creare un’interfaccia di riconoscimento vocale, oppure per rendere un’app in grado di riconoscere dei comandi parlati.

Se siete nel dubbio su quanto possa funzionare questo originale sforzo di sviluppo made in Mountain View, non avete da fare altro che lasciare che il vostro browser si aggiorni e poi dirigervi a questo link. Troverete una piccola demo in cui si può dettare (in italiano!) un testo ad una semplice finestrella.

Onestamente non sono molti quelli che si sentono a proprio agio a “parlare” con la propria macchina, ma sono sicuro che qualcuno là fuori troverà un modo brillante per sfruttare questa feature.

Oltre all’innovazione pura, Chrome 25 porta con sé anche la rinnovata sicurezza dell'abolizione dell’installazione “silenziosa” di nuove estensioni. Anche i plugin che sono stati installati con questo metodo - fortemente sospetto e soggetto ad abusi - verranno retroattivamente disattivati. D’ora in poi sarà obbligatorio passare attraverso il benestare dell’utente per poter installare qualsiasi cosa sul browser.

Come tutti gli altri aggiornamenti, è il server di Google a decidere quando rendervelo disponibile, ed anche se i browser viene lasciato a gestirsi da solo verrà scaricato tempestivamente e silenziosamente in sottofondo - L’unica cosa che installerete senza bisogno di premere ok, d’ora in poi.

Via | Google Chrome Blog

  • shares
  • +1
  • Mail