Facebook e Twitter, gli attacchi hacker vengono dall'Europa Est

Facebook e Twitter hacker

Facebook e Twitter sono stati attaccati dagli stessi hacker che hanno messo in difficoltà Apple (anche se tutt’e tre si son dette sicure che non sia successo nulla di grave): questo è risaputo. Ci si è interrogati sin dagli inizi, però, sulla provenienza degli attacchi e, nonostante la loro smentita, si è sempre creduto che i responsabili fossero cinesi. Così, però, non è: ad affermarlo, il sito Bloomberg, che ha sottolineato l’origine europea delle minacce. Vediamo assieme i dettagli.Non che Bloomberg abbia detto molto, ma in casi come questo – si sa – ogni informazione è oro: gli attacchi alle aziende sarebbero stati portati avanti dagli hacker proprio perché questi erano interessati a sottrarre dati sensibili.

Non c’era alcuna ragione né ideologia, né politica né trascendentale, insomma, dietro (lo chiariamo perché alcuni gruppi come Anonymous, per esempio, per quanto ingiusti siano i loro mezzi, hanno dimostrato di agire per ben altri scopi, nell’attacco a PlayStation Network); la matrice degli attacchi, di conseguenza, è di natura criminale e non ha nulla a che vedere con quella di tipo spionistico che è stata attribuita al governo cinese.

L’attacco, comunque, proverrebbe dall’Europa dell’Est, molto probabilmente dalla Russia; non riesce difficile pensare anche all’Ucraina, anche perché uno dei server sarebbe situato proprio lì (certo, bisogna vedere se gli hacker sono stati così furbi da lasciare la nazione). Tutto brancola ancora nel buio, ma ben presto, com’è già successo dopo l’aggressione a PlayStation Network, ne sapremo senz’altro di più.

  • shares
  • +1
  • Mail