Inseguendo Facebook: Myspace aprirà agli sviluppatori?

Myspace versus FacebookLa notizia arriva dal Financial Times che ha intervistato Chris DeWolfe, uno dei fondatori di Myspace, il social network più grande del mondo: la mossa di Facebook di aprire il proprio servizio agli sviluppatori di terze parti è stata definita interessante e dalle parole di DeWolfe si è potuto intuire la possibilità di una futura API in aggiunta alla possibilità attuale di inserire widget su Myspace.

Myspace continua a crescere ma il dubbio che è molte persone, dai venticinque anni in sù, stiano passando a Facebook, che offre ora la possibilità di integrare diversi aspetti della vita online, aggregando i vari servizi che stanno offrendo applicazioni per la nuova piattaforma F8.

Myspace dovrà affrontare un nodo nevralgico come la sicurezza all'interno delle proprie pagine, dove per realizzare le personalizzazioni grafiche si sfrutta una sorta di hacking legale, inserendo del CSS nel testo del profilo.
Il successo di Myspace è anche nella possibilità di personalizzazione caotica abbastanza amata dagli adolescenti: conquistare nuovi utenti di età maggiore con un avversario più ordinato come Facebook, porrà Myspace di fronte ad un bivio.
Rimarrà poi anche da vedere come farà Myspace ad attirare le varie startup, visto che finora è stata molto intransigente con chi cercava di generare guadagni attraverso la pubblicità nei widget che venivano inseriti.

D'altro canto c'è chi, come Jason Kottke, afferma che questa necessità di dover creare applicazioni apposite per diverse piattaforme è il contrario di quello che in realtà dovrebbe diventare la rete del futuro: pensare di dover creare appositamente applicazioni per Facebook, per Myspace o altre future piattaforme online è abbastanza strano in un periodo in cui si parla di applicazioni web da trascinare sul proprio desktop e che sono indipendenti anche dai sistemi operativi.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: