Microsoft analizza la situazione di Windows 8


Tami Reller Chief Finanzial Officer della divisione Windows ad un'intervista rilasciata al noto portale AllThingsD si è detta abbastanza soddisfatta delle vendite di Windows 8, recriminando però una performance al di sotto delle aspettative per quanto riguarda le licenze per i prodotti touchscreen consegnate nel periodo natalizio.

L'avvio è stato definito incoraggiante da Reller, che ha confermato nuovamente il dato equivalente a 60 milioni di licenze Windows 8 consegnate. Risultati definiti positivi anche perchè in linea con le performance raggiunte da Windows 7 nel medesimo lasso di tempo.

Fiducia espressa anche per quanto riguarda il segmento dei toucscreen in quanto le nuove funzioni integrate all'interno del sistema operativo, permetteranno di migliorare l'esperienza degli utenti nell'ambito tablet. Proprio per questo motivo Microsoft sta cercando di capire per quale motivo i produttori Original equipment manufacturer, meglio conosciuti con l'acronimo OEM non hanno piazzato sul mercato abbastanza dispositivi mobili equipaggiati di Windows 8.

Nel frattempo l'azienda americana comincia a fare i conti con le prestazioni di altre realizzazioni proprietarie come ad esempio Surface RT, risultati che allo stato attuale non sono dei più confortanti. Microsoft secondo voci di corridoio avrebbe prodotto dai 3 ai 5 milioni di device, ma secondo le analisi condotte dalla IDC, ne sarebbero stati venduti appena 900 mila.

La reazione tardiva da parte del mercato dei consumatori secondo l'analista Ryan Reith sarebbe da attribuire ad un'insieme di fattori congiunti come ad esempio la mancanza di canali di vendita al dettaglio e le complessità all'interno della catena di approvvigionamento. Problematiche confermate dalla stessa manager in un'intervista rilasciata a The Verge, anche se la stessa non ha confermato i numeri pubblicati da IDC, assicurando che appena si avrà a disposizione un quadro più esaustivo si potrà discutere anche di questi.

  • shares
  • +1
  • Mail