Instagram, class action in arrivo per i cambi sui Termini del Servizio

Instagram, class action in arrivo per i cambi sui Termini del ServizioCome sicuramente ricorderete, la scorsa settimana ha tenuto banco sul web la polemica nei confronti di Instagram, che dopo aver cambiato i propri Termini del Servizio aveva di fatto dato il via libera all'uso delle foto dei propri iscritti per la pubblicità. Da lì, apriti cielo: violente accuse, migrazioni di massa a Flickr e l'Apocalisse del 21 dicembre anticipata di qualche giorno.

Una serie di polemiche che ha portato Instagram a chiarire il tutto col suo CEO Kevin Systrom, ripristinando poi i vecchi Termini per placare la furia dei suoi utenti.

O forse no, visto che la notizia di Natale è relativa all'arrivo di una class action legata proprio al cambio nei Termini del Servizio, poi rimangiato in un secondo momento ma sufficiente a quanto pare per un utente californiano a costituire una violazione contrattuale. La causa nei confronti di Instagram è arrivata ovviamente anche in quel di Facebook, società proprietaria della piattaforma di condivisione foto: immediatamente il social network ha definito "la protesta completamente senza fondamento", dichiarando la propria intenzione a "contrastarlo vigorosamente".

Al momento sembra comunque difficile che dopo il ritorno all'antico Instagram possa effettivamente essere colpito da una causa legale: Kurt Opsahl della Electronic Frontier Foundation si è detto infatti contento dell'operazione di annullamento messa in atto da Facebook, annunciando anche l'accordo con la società per collaborare sui piani futuri in materia di privacy e uso delle foto degli iscritti. Staremo a vedere.

Via | Techcrunch.com

  • shares
  • +1
  • Mail