Google rende più "difficile" la ricerca di contenuti a luci rosse

Se in questi giorni vi è capitato di affidarvi a Google Immagini per cercare contenuti vietati ai minori e non avete ottenuto i risultati sperati non avete nulla di ché preoccuparvi. Tutto è al suo posto, sarà soltanto un po' meno immediato trovarlo. O almeno, basterà raffinare la ricerca per trovare tutto ciò che si sta cercando.

A lanciare l'allarme "censura" sono stati gli utenti di Reddit, che hanno denunciato la scomparsa dei contenuti per adulti dalle ricerche per immagini di Google indipendentemente dalle impostazioni del SafeSearch. Sono bastate poche ore per una spiegazione ufficiale da parte di Google che ha messo a tacere ogni speculazione.

Non stiamo censurando i contenuti per adulti e vogliamo mostrare agli utenti esattamente quello che stanno cercando, ma allo stesso tempo vogliamo evitare risultati sessualmente espliciti a meno che non sia lo stesso utente a specificarlo. Usiamo algoritmi che selezionano i risultati più rilevanti per ogni singola chiave di ricerca. Se state cercando contenuti per adulti potete trovarli senza cambiare le impostazioni di default, dovete soltanto essere più espliciti nel caso in cui stiate cercando termini potenzialmente ambigui. La ricerca delle immagini adesso funziona nello stesso modo della ricerca web.

In definitiva poco è cambiato. I contenuti vietati ai minori ci sono e non è nemmeno così difficile reperirli. Del resto, chi vuol davvero cercare immagini sessualmente esplicite sa esattamente quali chiavi di ricerca utilizzare e forse Google non è nemmeno il primo posto a cui si rivolge, no?

Via | CNET

  • shares
  • +1
  • Mail