Facebook aiuta l'FBI a tirare giù una botnet da 850 milioni di dollari

Una botnet da 850 milioni di dollari: è quella che l'FBI è riuscita a tirare giù con l'aiuto degli esperti in sicurezza provenienti dallo staff di Facebook.

Una rete in grado di rubare la suddetta cifra grazie alla sua propagazione attraverso 11 milioni di computer, attraverso l'uso del malware conosciuto col nome Yahos. Oltre alla chiusura della botnet, il risultato della collaborazione ha visto dieci persone provenienti da diversi Paesi arrestate di recente.

L'FBI ha descritto così l'operato:

"Il team di Facebook specializzato in sicurezza ha fornito aiuto durante l'investigazione aiutando nell'identificazione della causa principale, dei colpevoli e di coloro affetti dal malware. Yahos ha preso di mira gli utenti Facebook dal 2010 a ottobre 2012, e i sistemi di sicurezza sono stati in grado di trovare gli account colpiti fornendo gli strumenti per rimuovere queste minacce."

Gli arresti come dicevamo sono avvenuti tra Bosnia-Herzegovina, Croazia, Macedonia, Nuova Zelanda, Perù, Regno Unito e Stati Uniti. Gli 850 milioni di dollari dalla botnet Butterfly fanno impallidire i 47 milioni rastrellati da Eurograbber, un'altra botnet i quali dettagli sono stati svelati circa una settimana fa.

Via | Cnet.com

  • shares
  • +1
  • Mail