Ecco il primo tweet di Papa Benedetto XVI su Twitter

Aggiornamento 12:25 Il papa è piuttosto ciarliero e ci presenta due tweet nel raggio di pochi minuti. Il primo è una domanda, il secondo (deduco) la risposta. Non si capisce se si tratta di una questione posta a Benedetto XVI da un suo follower o meno - Di sicuro il papa non ha taggato nessuno in particolare.

Aggiornamento ore 11:49 Benedetto XVI ha twittato anche nelle altre lingue, nei relativi account ufficiali - Qui sopra vedete il suo messaggio tradotto nella nostra lingua. In fondo all'articolo trovate l'embed. Il numero di retweet è ovviamente elevatissimo anche per la "nostra" versione, come anche quello delle interazioni. Come avrete supposto, moltissime sono ironiche - la tentazione è davvero irresistibile. Dal canto mio contesto la scelta di fare account differenti per ogni lingua, è un po' confusionario.

Aggiornamento ore 11:33 il Papa ha twittato in anticipo, ed in inglese (me lo aspettavo in latino!). Da quanto ne sappiamo, ora dovrebbero esserci altri sette messaggi simili in altre lingue, poi (sembra), le interazioni dirette con alcuni utenti.

Inevitabilmente il numero di retweet ed interazioni è diventato letteralente astronomico, superando i seimila in soli 10 minuti. Difficile comunque dire se il papa sarà in grado di sconfiggere Obama, attuale detentore del record di retweet. Per darvi un'idea, ecco quello che si vede sotto al messaggio di Sua Santità:

In fondo all'articolo, l'embed del tweet.

ore 10:30 Papa Benedetto XVI è ormai pronto ad affidare a Twitter le sue prime parole ufficiali sul social network. Questo primo, attesissimo tweet verrà diffuso in otto lingue, a partire dalle 12 di oggi, 12 dicembre 2012.

Per la maggior parte di noi twittare è la cosa più naturale dell’universo: afferriamo lo smartphone e digitiamo quello che ci passa per la testa. Per un pontefice le cose non sono così semplici.

A dire il vero non è neppure certo che papa Ratzinger scriva per conto proprio, digitando sullo schermo di un iPad ufficiale. Potrebbe essere un segretario o attendente. Di sicuro il messaggio non sarà scritto sul momento, ma è già stato composto, restando ovviamente fedeli tanto alla missione evangelica del padrone dell’account @Pontifex quanto al “dogma” dei 140 caratteri del social media in questione.

Accanto al pontefice ci sarà anche un personaggio particolare, Claire Diaz-Ortiz, 30 anni, inviata speciale di Twitter e probabilmente maggior artefice di questo evento mediatico, una gran bella promozione per la corporation. Twitter vuole essere assolutamente certo che non ci siano passi falsi.

La stessa preoccupazione anima certamente anche il Concilio Pontificale per le Comunicazioni Sociali, l’organismo che si occuperà di vigilare sulle interazioni tra papa e utenti di Twitter. Benedetto XVI risponderà almeno a tre domande tra quelle che gli sono state poste negli ultimi giorni.

Come dice Dagospia, è piuttosto interessante che papa Ratzinger abbia scelto una combinazione numerologica così esoterica come le 12 del 12/12/12 per usare Twitter per la prima volta - un richiamo agli apostoli, certamente. Alla faccia dei Maya, insomma - Forse i nostri amici meso-americani hanno invertito una data e ci stiamo preparando per un’apocalisse anticipata?

Via | Washington Post | Dagospia

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: