DabbleDB, ora gratuito per i dati sotto Creative Commons

DabbleDB, ora anche gratuito per dati Creative CommonsCredevo di aver già scritto di DabbleDB ed invece mi sono accorto della mancanza: una novità per tutti gli utenti potrebbe però aumentare l'utilizzo di questa applicazione web.

DabbleDB permette di creare database o fogli elettronici da zero o importando i vostri dati, gestirli a seconda del formato, modificare la visualizzazione di questi dati, organizzarli; potrete creare report di particolari sottogruppi di dati, usare filtri intelligenti, salvare queste visualizzazioni, condividerle con altre persone che potranno solo osservarle o editarle se fanno parte del gruppo di lavoro. Osservate questo video dimostrativo per osservarlo in funzione.

Tutto questo però è a pagamento, da 10 a 150 dollari al mese a seconda del numero di utenti che faranno parte del gruppo di lavoro: se dovete però gestire dati di pubblico dominio, che per loro natura sono liberi (e scevri da ogni riservatezza dovuta, in ottemperanza alla legge sulla privacy o di carattere professionale) potrete utilizzare DabbleDB Commons, servizio gratuito fino a 15 utenti.

Visualizzazione filtrata - DabbleDBCon DabbleDB Commons i vostri dati saranno sotto licenza Creative Commons e avranno una propria pagina riassuntiva pubblica che permetterà a tutti di consultare questi dati nelle diverse forme che DabbleDB permette, tabelle, calendari, grafici e mappe (funzionalità ancora sperimentale ed in via di evoluzione).

Avete dei dati già pubblicati sul web in altre forme? Leggete come Scott Leslie ha preso i dati delle conferenze che erano pubblicate sotto forma di HMTL, le ha trasformate in RSS con Dapper, ha ripulito questi dati con Yahoo! Pipes e ha importato questi dati su DabbleDB Commons.

  • shares
  • Mail