Socl, il social network di Microsoft, entra in fase beta e apre a tutti

socl galleria

Socl, il social network realizzato da Microsoft Research per le comunità di ricerca, ha detto addio all'accesso tramite inviti e ha aperto le sue porte a tutti gli utenti, che ora possono entrare a far parte della piccola comunità utilizzando le proprie credenziali di accesso Microsoft o effettuando il login con Facebook.

Questa versione beta si presenta completamente rinnovata rispetto alla prima bozza svelata lo scorso anno, quando Socl era soltanto un progetto interno all'azienda. Ora, dopo una prima fase di test per gli studenti di alcune scuole degli Stati Uniti e dopo l'accesso tramite inviti, Microsoft sta tentando il grande salto con un nuovo design che ricorda lo stile di Windows 8 e il layout di Pinterest, con ampio risalto alle immagini e ben poco ai testi che le accompagnano.

socl galleria
socl galleria
socl galleria
socl galleria

Microsoft lo descrive con un mashup tra un social network e un motore di ricerca. E in effetti - grazie anche alle Application Programming Interface (API) di Bing - l'idea alla base di Socl è proprio quella di esplorare le possibilità di una ricerca sociale a scopo di apprendimento: collegare gli utenti e aiutarli nella ricerca e nella condivisione di pagine web, un po' come accade quando un gruppo di studenti si ritrova per lavorare insieme ad un progetto.

Grazie ai progetti sperimentali dei FUSELabs di Microsoft come Montage, per la creazione di collage di foto e non solo, i post degli utenti sono delle vere e proprie raccolte di elementi che possono essere trovati grazie al motore di ricerca interno. Si possono aggiungere foto, link, video e notizie relativi ad un unico tema (vi basta fare un giro nell'homepage per trovare collage sugli argomenti più disparati, dai libri preferiti degli utenti agli artisti più noti).

Il menu in alto consente una facile navigazione all'interno di questo esperimento. Si passa dai post degli utenti alla scoperta di nuove persone da seguire tramite la sezione People, mentre la sezione Interests permette la ricerca per temi, dal cibo alla musica, dal cinema ai viaggi.

I già annunciati Video Party, del tutto simili agli Hangouts di Google+, permettono di creare playlist di video da gustarsi in compagnia degli altri utenti di Socl. Insomma, niente di rivoluzionario sul fronte social network, ma trattandosi ancora di fase beta c'è decisamente margine di crescita e sviluppo. Sempre che sia questa l'intenzione di Microsoft. Voi che ne pensate?

Via | FUSELabs

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: