Amazon: investimenti in tempi di crisi dal colosso dell'e-commerce

Investire in Europa nel periodo di peggiore crisi finanziaria della storia e farlo in un paese a rischio (la Francia) ed in uno considerato fra i PIGS (l'Italia). La scelta, in controtendenza, arriva da Amazon. Il colosso dell'e-commerce mondiale, leader nella vendita per corrispondenza di libri (e ora di e-book), ha deciso di aprire un nuovo centro per il Customer Care in Sardegna, a Cagliari, creando 500 nuovi posti di lavoro. Non solo si tratta di una grossa cifra, ma soprattutto viene destinata in un paese dal quale altre grandi società scappano delocalizzando i loro call center all'estero (l'Albania su tutte), lì dove i costi per la manodopera sono nettamente inferiori.

La parte più rilevante di questi nuovi investimenti sarà destinata alla Francia, Amazon nella seconda metà del 2013 ha in programma l'apertura di un nuovo centro di smistamento logistico nel nord del paese, il quarto attivo sul territorio transalpino. In Italia l'omologo per il sud Europa si trova a Castel San Giovanni, ma evidentemente la multinazionale americana ritiene la Francia un paese strategico nonostante le difficoltà con il fisco.

Già perché le autorità nazionali francesi contestano un mancato pagamento per imposte da 194 milioni di euro, che Amazon non ritiene di dover onorare, ma questo non ha frenato l'annuncio di questo cospicuo investimento. I maligni sono autorizzati a pensare che si tratti di un sottile ricatto per ricondurre a più miti consigli il fisco francese.

  • shares
  • +1
  • Mail