Test di Facebook sui commenti non cronologici, molto caos e poca leggibilità

Posti di fronte ad una conversazione così predisposta è naturale grattarsi la testa, cercando di capire cosa è andato storto.

Abituati come siamo di fronte al normale, regolare ordine cronologico dei commenti, ci si sente tragicamente persi quando si è all’improvviso coinvolti nell’ultimo “esperimento” di Facebook, che pare colpire a caso nelle discussioni che avvengono in questi giorni sulla piattaforma. Il social network, infatti, ha deciso di esaminare che succede se si preferisce ordinare gli interventi per la loro “rilevanza”, calcolata in base al numero di “like” ottenuti. Un disastro.

La bizzarra modifica, certamente ispirata agli aggregatori sociali di news come Reddit, non è particolarmente ben congegnata. Al contrario dei modelli copiati non ha un tasto per il downvote, né tantomeno c’è un metodo per nascondere i commenti fastidiosi come quello di YouTube. Anche il sito di video, in effetti, deve essere stato preso come esempio - Il che è parimenti molto strano, visto che nessuno ha mai trovato piacevole consultare la sezione commenti.

In questo modo esiste solo la possibilità di manifestare apprezzamento per i commenti, senza quella di deprecare quelli che riteniamo poco interessanti. Se a questo aggiungiamo il fatto che Facebook non prevede alcuna opzione per la nidificazione delle comunicazioni, ci troviamo di fronte ad un caos privo di senso, in cui non si capisce chi sta dialogando o rispondendo. Nello screenshot qui sotto si vedono i primi commenti della discussione, quelli più "votati".

L’idea di nidificare i commenti, conferendo così la possibilità di rispondere direttamente ad un utente, sta tuttavia venendo vagliata dal social network. Facebook è affamato di novità per potenziare il coinvolgimento delle fan page, in un momento in cui ha delle difficoltà a convincere gli utenti commerciali ad aprire il portafoglio.

Via | Mashable

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: