Il Google Doodle di oggi celebra la Giornata Mondiale dell'Infanzia

Google ha scelto di dedicato il Doodle di oggi alla Giornata internazionale per i diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, ricorrenza stabilita il 20 novembre 1989, ventitrè anni fa, dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York in occasione dell'approvazione della Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia, un importante strumento normativo internazionale - ratificato da tutti gli Stati del Mondo ad eccezione di Stati Uniti e Somalia - finalizzato alla promozione e alla tutela dei diritti dei più giovani.

A 23 anni di distanza dalla Convenzione che trasformò i bambini da semplici oggetti di tutela e protezione a veri e propri soggetti di diritti - con il diritto all'identità legale, alla libertà di espressione e al rispetto della sua riservatezza - c'è ancora molto da fare, soprattutto alla luce delle ultime tristi notizie che riguardano proprio l'infanzia, dagli scontri sulla Striscia di Gaza al vasto giro di pedopornografia scoperto ieri dalla Polizia Postale della Campania.

E proprio in occasione di questo 23esimo anniversario, l'ECPAT - l'organizzazione che si occupa di difendere i bambini e gli adolescenti dallo sfruttamento sessuale - pone l'accento proprio su quanto bisogna ancora lavorare su quel fronte, in Italia e nel resto del Mondo:

Nel nostro Paese il 34% dei ragazzi dichiara di essere entrato in contatto con situazioni pericolose via web e che il 7% dichiara di essere stato esposto a materiale pedopornografico. Dati che rendono sempre più urgente un'attività di sensibilizzazione sul tema, capace di guidare i genitori nel riconoscere i nuovi pericoli virtuali come il sexiting. […] Deve crescere inoltre la sensibilizzazione alla lotta al turismo sessuale e al traffico dei minori a scopi sessuali. Si stima che siano 80.000 gli italiani che partono alla ricerca di sesso con minori. Un fenomeno in cui si stanno sempre più facendo largo le donne con la scusa di provare compassione per il bambino o l'adolescente oggetto del loro abuso. Donne con eta' superiore ai 40 anni, livello socio-economico medio alto, single, divorziate o vedove che partono dall'Italia, dal Regno Unito, dal Belgio, per dirigersi verso i Paesi del Sud del mondo, in particolare Thailandia e Indonesia alla ricerca di minorenni di eta' compresa tra i 15-17 anni. Sempre più urgente, inoltre, un Piano Nazionale Antitratta in Italia, Paese di transito e destinazione per donne, bambini e uomini per scopi sessuali e lavoro forzato.

Oggi, in occasione di questa ricorrenza, il garante per l’infanzia e l’adolescenza Vincenzo Spadafora presenterà a Roma, presso il Museo di Arte Sperimentale, una campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, come annunciato ieri:

Crescere insieme ai bambini e agli adolescenti fa diventare grande l'Italia è il messaggio che abbiamo voluto per la nostra prima campagna. E' importante infatti che tutti comprendano che, anche in tempi di crisi economica, gli investimenti nelle politiche e gli interventi per bambini e adolescenti sono indispensabili per cambiare le sorti del nostro Paese e per rendere l'Italia nuovamente competitiva nei prossimi anni. E' un segnale importante quello che arriva dal Parlamento. Mi auguro che molti deputati e senatori prenderanno parte ai lavori dell'Aula e che gli impegni che si prenderanno orienteranno davvero le scelte anche del Parlamento e del Governo nella prossima legislatura.

  • shares
  • +1
  • Mail