Skyfall: l'ultimo James Bond ispirato dal virus Stuxnet

Skyfall: l'ultimo James Bond ispirato dal virus Stuxnet

Proprio in questi giorni al cinema è arrivato Skyfall, ultimo capitolo della lunga serie di film dedicati a James Bond, agente segreto di Sua Maestà. Tra le fonti d'ispirazione per la storia della pellicola, un insospettabile: il virus informatico Stuxnet, arrivato in giro a fine 2010 per mettere in crisi le centrali nucleari iraniane. Un progetto che sarebbe stato appoggiato da USA e Israele, arrivando perfino a Barack Obama.

Facile quindi immaginarlo come punto di partenza per un capitolo delle avventure di 007 "high-tech" come Skyfall, secondo quanto rivelato dal produttore Michael G. Wilson a Fox News:

"C'è una cyberguerra che va avanti da qualche tempo, e abbiamo pensato di portarla avanti in previsione per far vedere alle persone come potrebbe evolversi."

Un interessante spunto, che avrebbe quindi dato vita al personaggio ipertecnologico Raoul Silva, interpretato da Javier Bardem, secondo il quale modificare i risultati delle elezioni in Uganda o mandare in disgrazia una multinazionale agendo quelle sue azioni sarebbe solo questione di un clic. Uno scenario che almeno per il momento resta "da film", ma che allo stesso tempo fa pensare all'attuale situazione degli attacchi informatici e alla cyberguerra futura immaginata (anche) da Wilson.

Via | Bgr.com

  • shares
  • +1
  • Mail